Facebook Google Twitter YouTube LinkedIn Print Condividi via email
  • torna alla home page

    Chi Siamo



    Alcune notizie sull'associazione...

    L'A.S.D. Voloinmongolfiera è composta da un team di persone capaci e professionali che mettono, tutti i giorni dell'anno, passione ed impegno in ciò che fanno. Risultato: il lavoro non è sentito come tale bensì come un piacere. È proprio questo piacere che il gruppo trasmette a chi vuole provare un'emozione indimenticabile perchè, da soli o in compagnia, volare è bello e lascia in chi lo sperimenta un'emozione indimenticabile. Provare per credere!

    Gli appuntamenti del 2016:

    12

    e 13 Marzo.
    Torna "Volare con gusto 2016". Al Parco Etnografico di Rubano nei giorni 12 e 13 marzo ci sarà l'appuntamento annuale dei piloti di mongolfiera. Sabato 12 alle ore 15:50 decollo di 7 mongolfiere. Domenica 13 alle ore 07:30 decollo di 7 mongolfiere. I curiosi sono graditi.

    Volare con gusto 2016
    16

    e 17 - 23, 24, 25 Aprile.
    Primo Festival delle Mongolfiere di Forlì.

    Festival di Forlì
    28

    e 29 Maggio e 02, 03, 04, 05 Giungo.
    Festival delle Mongolfiere di Parco del riso. Isola della Scala (Verona).

    Festival di Isola della Scala
    27

    e 28 Agosto e 03, 04 Settembre.
    Festival delle Mongolfiere di Padova. Presso l'Ippodromo Le Padovanelle a Ponte di Brenta.

    Festival delle Mongolfiere di Padova
    10

    e 11 - 17, 18 Settembre.
    Primo Festival delle Mongolfiere di Crema.

    Festival di Crema

    I Soci Fondatori

    Melis Alberto:

    Istruttore, pilota e responsabile di volo dell'Associazione Voloinmongolfiera, ho 70 anni e sono nato a Cagliari. Attualmente pensionato.

    Fecchio Vanda:

    Presidente Associazione Voloinmongolfiera, ho 66 anni e sono nata a Mestrino. Attualmente pensionata.


    Associazione S.D. VOLOINMONGOLFIERA :

    Vanda Fecchio - Presidente.
    Sede operativa: Via Valli, 2 35030 Bosco di Rubano PADOVA
    C.F. e P.I. 04056140280
    Cell: +39 3270237566

  • torna alla home page

    I Nostri Partners:

    Supermercati Alì

    Grazie anche alla collaborazione con questa catena di supermercati riusciamo, ogni giorno, a garantire un servizio ai più alti livelli di mercato.


    B&B Melograno MC

    Grazie a questo Bed and Breakfast Voloinmongolfiera riesce a garantire ai propri clienti/viaggiatori un pernottamento in loco, soprattutto per coloro i quali arrivano da lontano, affrontando un viaggio di parecchie ore per un'ora da sogno in mongolfiera.


    Parco Etnografico di Rubano

    E' il partner con la location più bella che si poteva trovare per effettuare le partenze dei voli. Immerso in un'oasi naturale approfitta di un lago a pochi metri di distanza per far bella mostra di sè dall'alto, lasciando a bocca aperta ogni visitatore.


    Polifonica "Paolo Contegiacomo"

    E' un'orchestra di mongolfiere con la quale collaboriamo al fine di offrire uno stupefacente spettacolo ad ogni passeggero perchè ogni visitatore per noi è speciale e merita un trattamento unico in quanto tale.


    BelTeatro:

    Associazione, Professionalità, Spettacolo.


    Vari ed eventuali...

    Spazio riservato a futuri sponsor.


    Qualche foto:

    14° Mondial Air Balloon (Francia): Fatto il nuovo guinness world record a Chambley!

    Chambley

    Novembre 2013: IL Raduno ASIAGOINMONGOLFIERA

    Asiago

    Dicembre 2013: Torna "Volare con gusto"

    Asiago

    16 e 17 Febbraio 2015: Torna ASIAGOINMONGOLFIERA

    Asiago

    In occasione delle fiere si organizzano voli

    Asiago
  • torna alla home page

    Il Nostro Gruppo:

    Melis Alberto

    Ho 70 anni e sono uno dei soci fondatori dell'Associazione. Faccio il pilota e l'istruttore di volo. Hobby: la lettura, il volo e la musica.

    Fecchio Vanda

    Ho 65 anni e sono uno dei soci fondatori dell'Associazione nonchè il Presidente. Faccio parte del crew. Hobby: la lettura, viaggiare, il teatro e, immancabile, il volo.

    Ambrosi Moira

    Ho 30 anni e sono membro del Consiglio Direttivo e ne sono la vicepresidente. Hobby:

    Ribon Giuliano

    Ho 42 anni e sono membro del Consiglio Direttivo, secondo pilota e responsabile della sicurezza. Volo da tre anni. Hobby: viaggiare, la moto e, naturalmente, il volo.

    Bertazzo Andrea

    Ho 40 anni e sono uno dei soci CREW. Ho le "mani d'oro". Hobby: la moto, viaggiare e il volo.

    Fabris Susanna

    Ho 39 anni e sono la responsabile del crew. Hobby: la lettura, i viaggi ed il volo.

    Fabris Fabio

    Ho 36 anni. Faccio parte del crew. Hobby: viaggiare e volare.

    Celin Giovanna

    Ho 33 anni e faccio parte del crew dell'Associazione. Hobby: nuoto, aerobica e trekking.

    Barbiero Valentino

    Ho 40 anni. Faccio parte del crew dell'Associazione. Hobby: la moto, i viaggi ed il volo.

    Mottaran Mauro

    Ho 41 anni e faccio parte dell'associazione in quanto ho realizzato il sito web e lo gestisco. Hobby: letture scientifiche.

    Arnò Massimo

    Controllore del traffico aereo dal 1994, prima in Aeronautica e poi in ENAV. Ho preso le licenze di pilotaggio e ho fatto il pilota per quasi 5 anni. 2000 ore di volo, 1500 di jet e ho lavorato una stagione sui canadair della protezione civile quindi abilitato su idrovolante. Infine, appassionato e innamorato di mongolfiera ho un brevetto UK CPL inglese con un totale di 100 ore. Stare per aria per me è tutto!

    Ruberto Francesco

    Pilota di linea Padovano all'età di 28 anni ho totalizzato 2000 ore di volo ai comandi di Boeing 737 e 250 ore come pilota in comando di mongolfiera. Iniziai prima come sherpa, poi come allievo pilota e infine, appena l'età me l'ha consentito, come pilota di mongolfiera. Grazie all'associazione volo in mongolfiera ho la possibilità di conciliare passione e lavoro e volare su un mezzo senza età in grado di regalare emozioni uniche e sempre nuove.







    Offerte speciali:

    Da giugno ad agosto . . .

    A tutte le coppie che decideranno di fidanzarsi acquistando un volo in mongolfiera nel periodo suddetto, l'associazione Voloinmongolfiera sarà lieta di omaggiare, dopo il matrimonio, la sposa con un volo gratuito in data da concordare ( meteo permettendo ).

    Le nostre coordinate sono :
    Latitudine: 45.4435 Longitudine: 11.798
    Lat.: 45°26'36.636" Long.: 11°47'54.385"

  • torna alla home page

    Archivio Eventi

    Proposte di fidanzamento e di matrimonio dei soci:

    Storie d'amore :
    Il volo in mongolfiera, spesso è occasione di una avventura romantica. Tanti soci si sono fidanzati a bordo, hanno fatto le loro dichiarazioni oppure si sono limitati a condividere l'emozione del volo. E' possibile fare il volo in modo esclusivo (con la presenza solo del pilota). State per sposarvi? Volete rendere ancora più speciale il giorno più bello della vostra vita e vincere una luna di miele? Partecipate al programma televisivo "Quattro matrimoni in Italia", che andrà in onda su Sky, Canale Fox Life. Inviate una mail a: albertomaria.voloinmongolfiera@gmail.com oppure chiamate il numero: 3270237566. Stiamo cercando coppie di futuri sposi che abbiano voglia di partecipare al programma tv "Quattro matrimoni in Italia". Il programma racconta 4 matrimoni e 4 spose, diverse tra di loro per stile, gusti e possibilità economiche. Ad ognuno dei matrimoni sono invitate le altre 3 spose, in qualità di giudici, che commenteranno e voteranno le scelte delle "rivali" riguardo a location, banchetto, abito nuziale e quindi presentazione complessiva. Alla fine una di loro otterrà il punteggio più alto e vincerà la puntata... in palio la luna di miele!!! La produzione non interferirà nello svolgimento del matrimonio, al contrario renderà quel giorno ancora più "speciale". Organizzate il vostro matrimonio in MONGOLFIERA!!!!

    Una mongolfiera in Prato della Valle :

  • torna alla home page

    La nostra posizione

    A.S.D. Voloinmongolfiera

    Sede operativa: Via Valli, 2 - 35030 Bosco di Rubano (PD)
    Sede legale: Via Franzela, 71 - 35135 (PD)
    Cell: +39 3270237566 - P.I. e C.F. 04056140280
    Affiliata alla Federazione A.I.C.S. n°105176 Iscritta al Registro Nazionale C.O.N.I. delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche n°205522

    Modulo per un contatto rapido:




    Cliccando sul seguente link potrai metterti in contatto con l'associazione ed avere risposta quanto prima alle tue domande.



    CONTATTACI



    NOTE IMPORTANTI: L'associazione Voloinmongolfiera nelle persone di Alberto Melis e Vanda Fecchio informano che: è indispensabile essere già in possesso dei seguenti documenti al momento del volo in mongolfiera:

    * Carta di identità e Patente di guida non scadute.

  • torna alla home page

    Politica sulla privacy

    Informativa sulla Privacy (D.Lgs. 196/2003) e utilizzo dei cookies:

    Questa informativa è fornita ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di Protezione dei Dati Personali) agli Utenti che interagiscono con i servizi accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo www.voloinmongolfiera.com. La presente informativa descrive le modalità di gestione del sito. Informazioni aggiuntive potranno essere fornite all'interno dei differenti canali di accesso, suddivisi sulla base degli argomenti trattati (Aree Tematiche).

    Titolare e Responsabile del trattamento

    Il "titolare" del trattamento dei dati, relativi a persone identificate o identificabili che hanno consultato questo sito, è l'A.S.D. Voloinmongolfiera, con sede legale: Via Franzela, 71 - 35135 (PD). Responsabile del Trattamento relativamente alla gestione del sito, è il Legale Rappresentante pro tempore dell'Associazione. Potrà essere richiesto il nominativo del Responsabile, inviando una richiesta a albertomaria.voloinmongolfiera@gmail.com.

    Tipologie di dati trattati

    1.1. Dati di navigazione – log files. I sistemi informatici e gli applicativi dedicati al funzionamento del sito rilevano, nel corso del loro normale funzionamento, alcuni dati (la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet) non associati a Utenti direttamente identificabili. Tra i dati raccolti sono compresi gli indirizzi IP e i nomi di dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri riguardanti il sistema operativo e l'ambiente informatico utilizzato dall'Utente. Questi dati vengono trattati, per il tempo strettamente necessario, al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il regolare funzionamento.

    1.2. Dati forniti volontariamente dall'utente. L'invio volontario ed esplicito di posta elettronica agli indirizzi indicati nei differenti canali di accesso del sito e la compilazione dei "format" (maschere) specificamente predisposti comportano la successiva acquisizione dell'indirizzo e dei dati del mittente/utente, necessari per rispondere alle istanze prodotte e/o erogare il servizio richiesto. Eventuali specifiche informative di sintesi saranno riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta.

    1.3. Cookies. Non sono utilizzate in alcun modo tecniche informatiche per l'acquisizione diretta di dati personali identificativi dell'utente. I c.d. cookies di sessione, una volta terminata la connessione al sito, non vengono conservati. I sistemi informatici non utilizzano cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale. Vengono utilizzati cookies persistenti per mantenere attiva l'autenticazione fra una sessione di navigazione e l'altra; l'Utente ha comunque facoltà di disattivare questa funzionalità, togliendo la spunta dall'opzione "Rimani connesso" nel form di autenticazione.

    Finalità del trattamento dei dati

    Il trattamento dei dati personali è effettuato nei limiti di quanto strettamente necessario allo svolgimento delle funzioni e dei servizi richiesti dall'Utente, escludendo il trattamento quando le finalità perseguite possono essere realizzate mediante dati anonimi o modalità che permettono di identificare l'interessato solo in caso di necessità. Specifiche finalità, relative ai singoli trattamenti, potranno essere segnalate in maniera dettagliata nell'ambito dei vari canali di accesso. All'interno di essi l'Utente potrà trovare informazioni integrative sul trattamento dei dati personali.

    Modalità del trattamento

    Il trattamento dei dati personali verrà effettuato tramite supporti cartacei, elettronici e informatici anche attraverso la creazione di banche dati separate per ogni singola finalità. Il trattamento potrà essere effettuato anche da altri enti (es. società/associazioni) partner, per le finalità di cui al precedente paragrafo, comunque nel rispetto del Codice Privacy.

    Facoltatività del conferimento dei dati

    L'utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta dei vari servizi offerti nel sito; il mancato conferimento dei dati richiesti obbligatoriamente comporterà l'impossibilità di ottenere il servizio.

    Comunicazione e/o diffusione dei dati

    I dati personali degli utenti sono utilizzati unicamente al fine di eseguire il servizio richiesto e sono comunicati a terzi nei soli casi in cui ciò si renda necessario per l'esecuzione del servizio medesimo oppure nel caso in cui la comunicazione sia imposta da obblighi normativi o nell'ambito di un procedimento legale.

    Diritti degli interessati

    Gli "interessati", ovvero le persone fisiche, le persone giuridiche, gli enti o le associazioni, cui si riferiscono i dati hanno il diritto, in qualunque momento, di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne i contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione ai sensi dell'art. 7 del D.Lgs.. 30/06/2003, n. 196. Ai sensi del medesimo articolo gli interessati hanno altresì il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati che li riguardano, trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Tali diritti possono essere esercitati inviando apposita e-mail di richiesta a: albertomaria.voloinmongolfiera@gmail.com

  • torna a info

    Cosa dicono di noi:

    ANNO 2016:

    Piero e Giuliana - Speriamo di far cosa gradita. 11/02/2016 Guarda anche tu la nostra esperienza. Un'ora e cinquantacinque minuti bellissimi.

    Emanuele (PD) - Sono stato il primo dell'anno ad effettuare un volo in mongolfiera. Speriamo porti bene... Un GRAZIE e bravi a tutti. 05/01/2016

    ANNO 2015: Francesca (BL) - Quando sono salita a bordo non credevo ai miei occhi. Era tutto fantastico e dall'alto avevo quasi la sensazione di poter toccare le nuvole. Il pilota poi è stato bravissimo a darmi tante informazioni sul volo della mongolfiera. Era la prima volta che salivo su una mongolfiera e, se devo essere sincera, è un'esperienza da ripetere! A.S.D.voloinmongolfiera consigliatissima. Prezzi buoni e personale competente. 20/12/2015

    Barbara (RO) - Sono andato per effettuare un volo da 45 minuti ed invece visto il meteo ottimale mi hanno fatto fare un'ora intera. Tecnici validi e pilota esperto. 28/11/2015

    Lucio (MO) - Nel cielo di Chambley si potevano contare fino a 433 mongolfiere che si libravano libere nell'aria tutte assieme. E' stata un'esperienza fantastica. Il record precedente risaliva al 2013 con 408 mongolfiere. Di sicuro è meglio esserci che starsene a casa. Pilota e tecnici 10+. 10/10/2015

    Marco e Fabiola (VI) - Non sapevamo casa fare una volta saliti a bordo e il pilota, con molta pazienza, ci ha rinquorati. Persona gentile e affabile. Prezzi buoni. Da provare. 24/09/2015


    Francesco (VE) - Sono andato per effettuare un volo da 45 minuti ed invece visto il meteo ottimale mi hanno fatto fare un'ora intera. Tecnici validi e pilota esperto. 28/08/2015

    Mauro e Fabiola (MO) - Ci siamo detti in mongolfiera ciò che non eravamo riusciti a dirci da una vita. L'amore è una cosa meravigliosa ed in mongolfiera la dichiarazione ha sortito il suo effetto. Bella l'accoglienza, la gentilezza e la professionalità dello staff. 13/07/2015

    Federico (RO) - Non mi aspettavo di certo una cortesia del genere. Il pilota ha saputoo mettermi a mio agio fin dall'inizio e tutto è proceduto senza intoppi. Bella esperienza, consigliata. Continuate così. 28/06/2015

    Isabella e Franca (BO) - Ho regalato un volo in mongolfiera a mia madre e ne abbiamo approfittato per fermarci ad osservare dall'alto il mondo. Con la vita quotidiana non si riesce a fermarsi un attimo a riflettere; in mongolfiera ci siamo ritagliate il nostro momento "magico". Un grazie a tutti quanti hanno reso possibile questo piccolo miracolo. 28/05/2015

    Lucy e Mauro (FE) - Cara Lucia, il volo in mongolfiera è stato fantastico. Erano anni che volevo farlo con te e, finalmente, si è avverato un sogno. Un GRAZIE particolare al signor Melis che ha reso tutto questo possibile. 28/04/2015



    Adelaide e Pierina (PD) - Ho esaudito il desiderio di volare di mia nonna. Sono davvero felice di essere riuscita a farlo. Mi ha sempre detto che le sarebbe piaciuto volare ed ecco qua, con A.S.D. voloinmongolfiera è stato possibile. Un grazie anche da parte di mia nonna. 19/03/2015

    Fabrizio e Maria (RO) - Bel volo. Siamo stati benissimo e trattati coi guanti di velluto. Il pilota, poi, ti fa capire la passione che mette nel suo lavoro. Bravo. 05/02/2015

    Alberto (VI) - Sono andato per effettuare un volo da 45 minuti ma quando mi sono trovato in alto non sono stato bene ed ho chiesto di essere riportato a terra. Richiesta esaudita prontamente dal pilota che ha avuto molta pazienza. Esperienza da ritentare sicuramente. 29/01/2015

  • torna a info

    Come sostenere l'associazione :

    Aiutaci a migliorare

    L'A.S.D. voloinmongolfiera dispone di diversi modi per ottenere i fondi necessari per il proprio funzionamento e per lo svolgimento della propria attività. Il più comune è senz'altro la richiesta di una quota d'iscrizione ai vari soci (quota associativa), necessaria per farvi parte.

    Questi fondi verranno integrati attraverso: * Eventuali contributi straordinari richiesti ai soci al fine di coprire maggiori costi o eventuali perdite derivanti dallo svolgimento delle attività istituzionali;
    * erogazioni liberali, siano esse effettuate dai soci o da terzi (persone fisiche, aziende, enti), per sostenere le finalità istituzionali dell'associazione;
    * eredità e lasciti testamentari;
    * contributi delle Istituzioni (Comuni, Province, Regioni, Enti Pubblici, etc.);
    * raccolte fondi, da organizzare solo ed esclusivamente per raccogliere denaro volto a finanziare le attività dell'Associazione. I fondi così raccolti, oltre ad essere esclusi dal regime IVA, non concorrono alla formazione del reddito e sono esenti da ogni altro tributo (es: imposta sugli intrattenimenti). Queste agevolazioni fiscali, tuttavia, sono riconosciute solo se le raccolte fondi sono pubbliche, svolte in modo occasionale e concomitanti con celebrazioni, ricorrenze o campagne di sensibilizzazione. La normativa di riferimento (art. 2, Decreto Legislativo 460/1997) non specifica però quando le raccolte pubbliche possano essere considerate "occasionali" e quindi fruire delle suddette agevolazioni fiscali. Per mettersi al riparo da eventuali contestazioni fiscali, è bene rispettare le condizioni esposte nell'art. 25, comma 2, della Legge 133/1999 (articolo che contiene disposizioni tributarie relative alle ASD in regime 398/1991): il numero di eventi durante il periodo d'imposta non deve essere superiore a 2 e l'importo dei fondi raccolti nel periodo d'imposta non deve superare il limite massimo di 51.645,69 euro. Si ritiene che l'occasionalità si mantenga anche se la manifestazione si ripete tutti gli anni e anche se dura più giornate consecutive. Per le raccolte pubbliche di fondi, ai sensi dell'art.8 del D. Lgs. 460/1997, è inoltre obbligatorio redigere (indipendentemente dalla stesura del REFA), entro quattro mesi dalla chiusura dell'esercizio, un apposito e separato rendiconto dal quale devono risultare, anche a mezzo di una relazione illustrativa, in modo chiaro e trasparente, le entrate e le spese relative a ciascuna delle celebrazioni, ricorrenze o campagne di sensibilizzazione.
    * entrate derivanti da attività commerciali svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e comunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali.


    Contributi e donazioni in denaro

    * un bonifico sul conto corrente intestato all'A.S.D. voloinmongolfiera IBAN: IT55 5555 5555 5555 5555 5555 555
    * un assegno, per il quale L'A.S.D. voloinmongolfiera rilascia una ricevuta per erogazione liberale, che può dare in occasione degli eventi che l'Associazione organizza. A.S.D.Voloinmongolfiera rilascia ricevuta per l'erogazione liberale.


    Benefici fiscali

    Le persone fisiche possono detrarre le erogazioni effettuate a favore dell'A.S.D. voloinmongolfiera nei limiti e con le modalità stabilite per legge (Art. 15, comma 1, lettera i-quater del DPR 917/86).
    Le persone giuridiche possono dedurre le erogazioni effettuate a favore dell'A.S.D. voloinmongolfiera nei limiti e con le modalità stabilite per legge (Art. 100, comma 2, lettera l del DPR 917/86). L'A.S.D. voloinmongolfiera ha tutti i requisiti soggettivi ed oggettivi richiesti dalle normative citate.


    Contributi

    Tutti i servizi dell'A.S.D. voloinmongolfiera sono professionali al 100% e tutti possono essere parte attiva di questa associazione mediante un contributo. Ogni piccolo contributo è molto importante sia che si tratti di donazione singola che di gruppo, sia di contributi finalizzati e non di piccole società o grandi fondazioni o lasciti. Anche donando, insomma, si può sostenere l'attività dell'Associazione in quanto questi contributi vengono riutilizzati per la realizzazione di futuri eventi. L'Associazione organizza ogni anno delle manifestazioni a favore di enti o altre Associazione. Tutto questo contribuisce a far funzionare questa Associazione che da quasi 30 anni, con risultati più che soddisfacenti, offre la propria professionalità a un numero di utenze sempre maggiore.


    Come donare

    Ricordando che l'AS.D. voloinmongolfiera non fa raccolta di fondi "porta a porta" o via telefono, le donazioni possono essere fatte nei seguenti modi:
    - recandosi presso la sede dell'Associazione dove un incaricato provvederà a rilasciare contestualmente una ricevuta;
    - versando sul conto corrente numero 000000500780 presso Carige – agenzia 60 – Rubano IBAN: IT 55 N 55555 55555 000000 555555
    oppure su conto corrente postale n. 55555555

    Ci scusiamo con quei donatori che non ricevono la lettera di ringraziamento dell'Associazione a causa della mancanza dei dati anagrafici e della residenza nel bonifico effettuato. Per consentire un doveroso ringraziamento da parte dell'Associazione si prega di indicare nel bonifico on-line e allo sportello bancario, cognome e nome e l'esatto indirizzo nonchè l'e-mail. Le erogazioni liberali a favore dell'A.S.D voloinmongolfiera comprovate da ricevuta bancaria o postale, in sede di dichiarazione dei redditi, fruiscono di benefici fiscali come segue:
    Per le persone fisiche:
    Dal 2015 le persone fisiche potranno donare fino a 30.000 euro e detrarre l'erogazione al 26% (Art.1, Comma 137 e 138 L. 190/2014).
    Per le aziende:
    Dal 2015 le aziende potranno donare fino a 30.000 euro e dedurre l'erogazione dal reddito d'impresa; in alternativa potranno donare fino al 2% del reddito d'impresa se questa percentuale risultasse maggiore a 30.000 euro (Art.1, Comma 137 e 138 L. 190/2014).


    Lascito

    Fermo restando che sono sempre tutelati i diritti degli eredi legittimi, quali figli, coniuge o ascendenti che, per legge, hanno diritto alla quota del patrimonio chiamata legittima, una parte della propria eredità, detta disponibile, può essere riservata ad altre persona o enti. L'Associazione può essere beneficiaria di lasciti da parte di persone che decidono di sostenere l'attività anche con beni personali. Questi lasciti permettono all'Associazione di incrementare la crescita dell'attività e lo sviluppo di nuovi progetti. I lasciti testamentari a favore dell'Associazione sono esenti da imposte. I beni che costituiscono detti lasciti possono essere: somme di denaro, titoli azionari, obbligazionari, ecc. beni mobili (ad esempio quadri, gioielli, mobili, ecc.) beni immobili (appartamenti, stabili, terreni). Per procedere a quanto sopra esposto, occorre fare testamento. La pratica è semplice e veloce. Inoltre è sempre possibile modificarlo, annullarlo o sostituirlo e comunque un Notaio saprà sempre suggerire la soluzione più adatta alle esigenze di chiunque. I generi di testamento sono molteplici, anche se quelli più comuni sono due: il testamento pubblico e il testamento olografo.
    Il testamento pubblico: viene redatto da un Notaio che, in presenza di due testimoni, raccoglie e registra le volontà della persona che decide di fare testamento.
    Il testamento olografo: è un testamento che la persona redige di proprio pugno. Affinché sia valido legalmente deve essere interamente scritto a mano, datato e firmato dalla persona. Non vi devono essere cancellature, segni o parole poco leggibili.

    Donazioni da eventi:

    Gli eventi organizzati a nostro favore sono un modo per dare sostegno e visibilità sul territorio all'Associazione. Tali eventi hanno avuto negli anni un'ampio riscontro di pubblico, unendo persone che sostengono l'Associazione con persone che si affacciano per la prima volta nell'ambito della raccolta fondi. Chi volesse promuovere nuove manifestazioni a favore dell'Associazione può inviare una comunicazione per la richiesta di autorizzazione allo svolgimento dell'evento e verrà contattato. Chiamare il numero +393270237566 o contattare E-mail: Scrivi una mail.


    Donaci un aiuto :

    Chiunque di voi sia un socio od occupi una qualsiasi posizione all'interno del direttivo di un'Associazione, potrà benissimo immaginare che, per far crescere e prosperare l'Associazione stessa, non è possibile "vivere d'aria"; per questo motivo, qualsiasi Associazione, a prescindere dalla propria missione e dai propri scopi, deve essere in grado di organizzare e amministrare quelle attività comunemente denominate "raccolta fondi". Ovviamente esistono anche casi in cui delle Aziende o dei privati possono decidere di predisporre un lascito o un'erogazione spontanea nei confronti di un'Associazione. Sono diverse le occasioni in cui puoi sostenere il lavoro dell'Associazione. Puoi contattarci per il tuo matrimonio, oppure per festeggiare un compleanno, una laurea o altre occasioni speciali per te e per la vita delle persone speciali che ti stanno accanto. Versando un contributo annuale potrai diventare socio dell'A. S.D. voloinmongolfiera ed usufruire dei suoi servizi.


    Se fai parte di una ASD puoi organiazzare : tombole, lotterie e pesche di beneficenza.


    Tombole, lotterie e pesche di beneficenza sono forse le attività più semplici da organizzare e più immediate per un'Associazione per raccogliere i fondi di cui ha bisogno per il primo sostentamento o la realizzazione di un progetto specifico. Alcune norme è bene comunque conoscerle prima di iniziare l'organizzazione, in particolare bisogna partire dal D.P.R. n. 430 del 26 ottobre 2001, che stabilisce che: "è vietata ogni sorta di lotteria, tombola, riffa o banco di beneficenza, nonché ogni altra manifestazione avente analoghe caratteristiche" tranne nel caso in cui tali manifestazioni siano promosse da associazioni (assistenziali, culturali, ricreative, sportive) ed enti morali senza scopo di lucro, ma per soddisfare una necessità finanziaria dell'ente stesso.
    - La tombola è un altro tipo di "gioco a sorte" che utilizza cartelle portanti una data quantità di numeri (dal numero 1 al numero 90) con premi assegnati alle cartelle nelle quali, all'estrazione dei numeri, per prime si sono verificate le combinazioni stabilite (es: ambo, terna, quaterna, tombola). I premi assegnati non devono però superare il valore complessivo di 12.911,42€. Ricordiamo inoltre che la vendita delle cartelle (contrassegnate da serie e numerazione progressiva) deve essere circoscritta al Comune in cui si effettua la tombola ed ai Comuni limitrofi.
    - La lotteria non è altro che il più famoso "gioco a sorte" del mondo: i partecipanti acquistano un biglietto (contrassegnato da serie e numerazione progressiva) che viene staccato da una matrice; al termine della vendita dei biglietti vengono effettuate delle estrazioni casuali ad oguna delle quali corriponderà un premio. La cosa importante è che l'ammontare complessivo della vendita dei biglietti (vendita che deve essere limitata al territorio della provincia) non superi i 51.645,69€.
    - La pesca di beneficenza è una manifestazione che viene organizzata con la vendita di biglietti numerati (ma in questo caso senza una matrice progressiva), e ad alcuni di questi biglietti corrisponde un premio. Per una manifestazione di questo genere il ricavo non deve essere superiore a 51.645,69€; la vendita dei biglietti è limitata al territorio del Comune dove si svolge la manifestazione.


    Erogazioni liberali per A.S.D. :

    Per quanto riguarda le erogazioni liberali a favore di Associazioni Sportive Dilettantistiche dalle sole persone fisiche, sono detraibili dall'Irpef nella misura del 19%, da calcolare su un importo massimo complessivo di 1.500 euro. Anche in questo caso, per averne un traccia completa, il versamento deve essere effettuato tramite banca o posta oppure con carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari non trasferibili intestati all'associazione. Per questo motivo riteniamo che sia indispensabile che ogni ASD abbia un conto corrente. Nulla vieta che una Azienda faccia una erogazione ad una ASD, ma questa non godrà di alcun vantaggio fiscale. Inoltre è bene ricordare che nel 2007, per promuovere lo sport tra i giovani dai 5 ai 18 anni, è stata introdotta anche la possibilità di una detrazione dall'Irpef del 19% su un importo massimo di 210 euro relativamente alle spese di iscrizione annuale a palestre, associazioni sportive, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica.


    Donazione Continuativa:

    Scarica il modulo per la donazione libera continuativa.


  • torna a info

    Previsioni meteo sul Veneto :

  • torna a info

    Calendario prenotazioni :

  • torna a info

    Concerto di mongolfiere:

    Il concerto si articola in tre parti :
    Il gonfiaggio :

    Il gonfiaggio delle mongolfiere che viene eseguito con la colonna sonora di Ravel (Bolero) e si conclude con il contemporaneo innalzamento di tutte le mongolfiere.

    Per informazioni...



    L'esecuzione di vari brani :

    In un crescendo di luci e musica si assiste ad uno spettacolo mozzafiato che lascia senza parole; bello e suggestivo per gli adulti, fantastico ed indimenticabile per i più piccini.

    Per informazioni...



    Lo sgonfiaggio :

    Alla fine della manifesazione/spettacolo avviene lo sgonfiaggio simultaneo di tutte le mongolfiere.

    Per informazioni...

    La Polifonica "Paolo Contegiacomo" : Ha mosso i suoi primi passi a Padova il progetto della costituzione della Polifonica "Paolo Contegiacomo", Orchestra di Mongolfiere®. Nasce da un'idea di Alberto Maria Melis, pilota di mongolfiere padovano, e si realizza nell'ambito delle attività istituzionali dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Voloinmongolfiera di Rubano (PD). Cosa è un concerto di mongolfiere? E' uno spettacolo che viene organizzato di notte con la partecipazione di un numero di 6/8 mongolfiere e di un sistema di regia che consente l'illuminazione delle mongolfiere a ritmo di musica.



    Alla Polifonica hanno aderito piloti da tutta Italia:


    Alberto Maria Melis (PD)
    Mirko Marangoni (RA)
    Sergio Maron di Caldogno (VI)
    Alessandra Benso (TO)
    Donatella Ricci di Caposile (VE)
    Erich Kustatscher di Caposile (VE)
    Laura Dalberto (TO)
    Enrico Gamba (AT)
    Pietro Contegiacomo di Ceva (CN)
    Flavio Morselli di Crevalcore (BO)
    Giuseppe Giammartini di Carpineti (RE)

    Video demo relativo al concerto per mongolfiere della Polifonica Paolo Contegiacomo. Otto o più mongolfiere vengono gonfiate una affianco all'altra in un grande spazio quale può essere un campo da calcio, un grande prato, un aeroporto ecc. e a tempo di musica si illuminano per merito della fiamma accesa dal pilota seguendo la sincronia dettata dalle battute musicali. Lo spettacolo è di sicuro effetto scenografico ed impatto visivo, adatto a raduni di mongolfiere, feste del volo, manifestazioni all'aperto. Per qualsiasi informazione andare su: www.voloinmongolfiera.com. La sincronia con la musica è gestita da un innovativo software interfacciato con dei ricevitori WiFi situati in ogni pallone. In questo video sono stati utilizzati 8 palloni ma il sistema può essere ampliato fino a diverse decine. L'idea è di Alberto Maria Melis mentre la realizzazione tecnica è di Leonardo Benetollo e Stefano Fiorenzato (Pro Service s.n.c Padova).

    I nostri ultimi concerti :
    Casella (GE) :

    Spettacolo della polifonica di mongolfiere Paolo Contegiacomo svoltosi a Casella (GE) il giorno 11 giugno 2011.

    Per informazioni...



    SHOW DELLE MONGOLFIERE :

    Bello spettacolo di mongolfiere al circo Massimo a Roma, in occasione del centenario dell'Aereo Club Italia.

    Per informazioni...



    Concerto di mongolfiere :

    Concerto di mongolfiere a ritmo di musica al Circo Massimo.

    Per informazioni...

  • torna a info

    Il Balloonbike :

    A.S.D. Voloinmongolfiera è proprietaria dei marchi registrati "Polifonica", "Balloontheatre", "Balloonbike".

    La nostra associazione A.S.D. Voloinmongolfiera di Padova è proprietaria del marchio "Balloonbike". Novità assoluta !!! Abbiamo abbinato due mezzi assolutamente eco-compatibili e slow-touring (turismo lento): la mongolfiera e la bicicletta. Si vola all'andata e si torna in bicicletta ripercorrendo, con una guida, gli itinerari prima visti dall'alto. Il servizio è curato dall'Associazione Voloinmongolfiera.

  • torna a info

    Manifestazioni con le mongolfiere :

    Un'altra esperienza indimenticabile...

    In occasione di fiere, feste, matrimoni, promozioni commerciali, convention la mongolfiera attribuisce sicuramente valore aggiunto alla manifestazione. La possibilità di "assaggiare" il volo con il pallone è molto gradito alla gente; bambini e adulti accolgono con incanto e gioia la presenza del gigantesco pallone.


    inoltre...

    Si può noleggiare una mongolfiera per due, tre, quattro ore al giorno. Per poter organizzare un volo promozionale nell'ambito di una manifestazione sono indispensabili:

    1 - spazio: un prato di almeno m.50xm.50 completamente privo di ostacoli;
    2 - condizioni meteo favorevoli: no vento, no precipitazioni, no termiche.


    Raduno Asiagoinmongolfiera 2015:


    Torna "Volare con gusto"

    il 16 e 17 febbraio 2015 ad Asiago
    - voli liberi;
    - voli


  • torna a info

    Per le scuole:

    Laboratorio Aerostatico per le scolaresche :

    Il pilota della mongolfiera, con professionalità ma con parole semplici, riesce a spiegare a tutti (dai più grandi ai più piccini), i rudimenti del volo. Entrando all'interno della mongolfiera si esplora la mongolfiera in modo del tutto nuovo.


    Per le scuole materne: "CON LA TESTA NEL PALLONE" :

    E' un programma didattico sulla mongolfiera articolato in tre momenti:

    1. INCONTRO CON UN VERO PILOTA

    Durante questo incontro, della durata di 60/90', che si svolge nella scuola materna, si giocherà su come funziona la mongolfiera e sul perchè vola. Con l'aiuto di video e di dimostrazioni pratiche anche i bambini della scuola materna potranno capire i principi base del volo aerostatico.


    2. TEATRO DENTRO UNA VERA MONGOLFIERA :

    Dentro una vera mongolfiera, tenuta gonfia e coricata su un fianco, 60 bambini vengono fatti entrare per imparare, da dentro, come è fatta una vera mongolfiera e per giocare assieme a dei veri attori.


    E' questo uno spettacolo di animazione nel quale i bambini dapprima prendono conoscenza dell'ambiente magico della mongolfiera e poi, giocando con un paracadute, viaggiano con la fantasia nel mondo magico del pallone ed il paracadute diventa nuvola, mare, castello ecc. Lo spettacolo dura 30/40 minuti.


    3. CON LA TESTA NEL PALLONE :

    Solo ai bambini che hanno il permesso dei genitori e che non hanno paura viene proposta l'ascensione con una vera mongolfiera. Durante l'ascensione potranno guardare da dentro la cesta l'enorme pallone che rimane in piedi e che si alza sotto la spinta del calore, potranno provare la sensazione di galleggiare nell'aria e tutte le cose di cui si è parlato e giocato nei precedenti incontri .... diventano realtà: SI VOLA!!!


    Questi tre momenti didattici possono essere organizzati in una sola giornata oppure in diverse giornate in funzione delle esigenze della scuola e del numero dei bambini.

    Può essere prenotato solo il momento:

    1. INCONTRO CON UN VERO PILOTA oppure il momento
    2. TEATRO DENTRO UNA VERA MONGOLFIERA oppure il momento
    3. CON LA TESTA NEL PALLONE.

    Possono essere prenotati anche due o tutti e tre i momenti. Siamo a disposizione per definire assieme il programma e per fare un preventivo.


    Laboratori per ragazzi :

    Il laboratorio di mongolfiera per ragazzi e insegnanti/animatori/genitori richiede la disponibilità di uno spazio coperto, allestito anche sotto un gazebo. Il laboratorio ha le seguenti caratteristiche:

    - ha come obiettivo la costruzione ed il volo vincolato di un modellino di mongolfiera; questo lavoro diventa occasione per intraprendere un percorso didattico sull'aria e sulla meteorologia applicata al volo dei palloni aerostatici;

    - è tenuto da un vero pilota di mongolfiera, può coinvolgere n°20/25 ragazzi di età 10/14 anni delle scuole primarie con la partecipazione attiva al lavoro di uno o più insegnanti/animatori/genitori;

    - ha una durata di due ore;


    - strumenti e materiali sono messi a disposizione dall'Associazione Voloinmongolfiera: un kit per la costruzione, la decorazione ed il volo di un modello di mongolfiera di altezza m.3,00;

    - la metodologia di sviluppo del laboratorio prevede un primo approccio con gli insegnanti/animatori/genitori ai quali viene richiesta la collaborazione attiva al lavoro dei ragazzi.

    Ai ragazzi viene :
    - consegnato il kit di costruzione della mongolfiera. Ogni kit contiene: le istruzioni d'uso, n°6 spicchi di cartene, dei pennarelli indelebili, un filo di ferro per il rinforzo della bocca, n°2 dischi per il rinforzo della calotta, le briglie per trattenere il volo.

    - spiegato il funzionamento del volo aerostatico, l'architettura della mongolfiera (come è fatta la


    mongolfiera) e quali sono i materiali idonei per la sua costruzione;

    - fornite indicazioni sul progetto grafico da sviluppare per la decorazione dell'equatore,

    - forniti i temi inerenti la meteorologia.

    Al termine del laboratorio si sperimenta la parte riguardante la meteorologia, si collauda la minimongolfiera e, se le condizioni meteo lo consentono, viene fatta volare. Questo laboratorio promuove la conoscenza dei riferimenti storici sul volo aerostatico, le osservazioni sulla natura, l'osservazione sui venti e le loro caratteristiche, sviluppa l'orientiring e insegna manualità varie (tecnica di costruzione di una mongolfiera e di disegno con riferimenti proporzionali).


    Laboratorio Aerostatico per disabili :

    Martedi 26 luglio 2011 si è tenuto un laboratorio di aerostatica a Lignano presso il Campo organizzato dal Sovrano Militare Ordine di Malta al quale hanno partecipato giovani da tutta Europa. Vedi il video del laboratorio qui sotto.








  • torna a info

    In mongolfiera su Padova:

    L'angioletto del "Santo" :

    Uno dei voli più affascinanti è l'attraversamento in mongolfiera della città di Padova. Padova è una città d'arte ed il sorvolo avviene a circa 50/100 metri. Dall'alto si può ammirare ogni particolare. D'inverno è abbastanza facile fare questo volo perchè alla mattina le correnti prevalenti sono quelle che, provenienti da nord-est, sospingono la mongolfiera sulla città. L'attraversamento della città richiede un volo della durata di un'ora/un'ora e mezzo. La Pontificia Basilica di Sant'Antonio di Padova è uno dei principali luoghi di culto cattolici della città di Padova, in Veneto. Conosciuta dai padovani semplicemente come il Santo, è una delle più grandi chiese del mondo ed è visitata annualmente da oltre 6,5 milioni di pellegrini, che ne fanno uno dei santuari più venerati del mondo cristiano. Non è comunque la cattedrale della città, titolo che spetta al Duomo. In essa sono custodite le reliquie di sant'Antonio di Padova. La piazza antistante ospita il monumento equestre al Gattamelata di Donatello. Donatello realizzò anche le sculture bronzee (Crocifisso della basilica del santo, statue e formelle di varie dimensioni) che Camillo Boito ha collocato sull'altare maggiore da lui progettato. Ha la dignità di basilica pontificia. Il governo pastorale e la gestione amministrativa della basilica di Sant'Antonio sono regolati dalla costituzione apostolica Memorias Sanctorum di papa Giovanni Paolo II, la quale definisce i compiti e le relazioni tra la delegazione pontificia, i frati francescani e la Veneranda Arca di Sant'Antonio, che dal 1396 funge ininterrottamente da fabbriceria del complesso antoniano.


    Prato della Valle con mongolfiere ...

    Era il 1808 quando da Prato della Valle si alzò una mongolfiera, la prima in Italia, pilotata da Pasquale Andreoli e dallo scienziato Carlo Brioschi. Pochi anni dopo, Elisa Garnerin, la prima donna aeronauta, ne seguì l'esempio e si lasciò cadere con un paracadute su quella stessa piazza. Il Prato della Valle (Pra dela Vale /pra dea vae/, in padovano) è la più grande piazza della città di Padova e tra le più grandi d'Italia e d'Europa con una superficie di 88620 m². La configurazione attuale risale alla fine del XVIII secolo ed è caratterizzata da un'isola ellittica centrale, chiamata isola Memmia (20.000 m² circa), circondata da una canaletta (alimentata dal canale Alicorno) sulle cui sponde si trova un doppio anello di statue, con una circonferenza esterna di 1450 metri.


    Il mercato di Prato della Valle :

    Il Prato della Valle (Pra de ła Vałe /pra dea vae/, in padovano) è la più grande piazza della città di Padova e tra le più grandi d'Italia e d'Europa con una superficie di 88620 m². La configurazione attuale risale alla fine del XVIII secolo ed è caratterizzata da un'isola ellittica centrale, chiamata isola Memmia (20.000 m² circa), circondata da una canaletta (alimentata dal canale Alicorno) sulle cui sponde si trova un doppio anello di statue, con una circonferenza esterna di 1450 metri. In periodo romano ed altomedievale l'area era nota come Campo di Marte o Campo Marzio perché destinata, tra le altre funzioni, a luogo di riunioni militari. Successivamente l'area fu indicata sia come "Valle del Mercato", per i mercati e le fiere stagionali che qui avevano sede, sia come "Prato di Santa Giustina" in relazione alla presenza dell'omonima chiesa. Il toponimo "Prato della Valle" (Pratum Vallis) è riscontrato per la prima volta nel XII secolo. Il termine Pratum veniva usato, in età medievale, per indicare un ampio spazio destinato ad usi commerciali che spesso, se non lastricato, poteva anche ricoprirsi d'erba.


    Santa Giustina :

    La Basilica Abbaziale di Santa Giustina è un importante luogo di culto cattolico di Padova, situato in Prato della Valle. Prima del 1000, l'annesso monastero fu luogo di culto da prima dipendenza episcopale e poi fu affidato ad una comunità di monaci benedettini che ne fecero un'importante abbazia. Nel XV secolo fu sede della grande riforma dell'abate Ludovico Barbo che portò alla fondazione della Congregazione cassinese. Sino alle soppressioni napoleoniche fu una della maggiori abbazie della cristianità e la basilica, ricostruita nel XVI secolo, è tuttora uno degli edifici più grandi del mondo. L'intero complesso è proprietà dello Stato italiano. Al suo interno, oltre alle celebri opere di Paolo Veronese, Sebastiano Ricci e della famiglia Corbarelli, si venerano le reliquie insigni dei santi Innocenti, san Luca evangelista, san Mattia apostolo, san Prosdocimo, santa Felicita, san Giuliano, sant'Urio, beato Arnaldo da Limena, san Massimo e della santa titolare, Giustina.


    Il Palazzo della Ragione :

    Il palazzo della Ragione (detto anche Salone, per sineddoche) era l'antica sede dei tribunali cittadini di Padova. Fu eretto a partire dal 1218 e sopraelevato nel 1306 da Giovanni degli Eremitani che gli diede la caratteristica copertura a forma di carena di nave rovesciata. Il piano superiore è occupato dalla più grande sala pensile del mondo, detto "Salone" (misura 81 metri per 27 ed ha un'altezza di 27 metri) con soffitto ligneo a carena di nave. Fa parte del Palazzo Comunale di Padova. L'edificio è presumibile pensare che il luogo dove sorge l'attuale Palazzo sia stato edificato ed abitato in età precedenti. Sotto il Palazzo rimane infatti memoria dell'età romana e le testine romaniche scolpite poste sugli stipiti degli archi di accesso al mercato sotto il Salone, ne sono una riprova. Non si conosce la data esatta della costruzione primitiva ma già nel 1166 esisteva la parte inferiore dell' edificio che aveva funzioni pubbliche. La prima realizzazione risale al 1219, ed aveva lo scopo di ospitare i tribunali e gli uffici finanziari, ruolo che ebbe non solo in età comunale, ma, sia pure con uso ridotto, anche durante la signoria Carrarese e tutta la dominazione Veneziana, fino al 1797.


    La Piazza dei Signori :

    Piazza dei Signori o Piazza della Signoria è una delle numerose piazze che caratterizzano il centro storico della città di Padova. Fu per secoli teatro di celebrazioni civiche, di tornei e spazio di rappresentanza della città rispetto alle più grandi piazze delle Erbe e della Frutta che ebbero maggiori propensioni commerciali. La piazza è dominata dalla celebre Torre dell'Orologio. La piazza nacque nel XIV secolo con la demolizione di un antico quartiere che si estendeva davanti al sagrato della chiesa di San Clemente, frutto di quelle risistemazioni urbane promosse da Ubertino Da Carrara. L'apertura della piazza fu pensata per dare importanza alla torre d'accesso di levante della Reggia che si andava costruendo. Per la particolare conformazione divenne naturale teatro di tornei e di castelli d'amore. Secondo la tradizione fu proprio dai "signori" Carraresi che la piazza trasse il nome. La guerra tra i principi Carraresi e i Visconti alla fine del Trecento danneggiò la piazza e gli edifici tanto che venne definita per un periodo "della Desolazione"; negli anni '20 del Quattrocento i veneziani avviarono un'opera di recupero dello spazio che divenne principale quinta della liturgia civica: per i tornei, le giostre, le battaglie, i corteggi, i concerti e le feste musicali divenne "Piazza dei Trionfi" e di nuovo "Piazza della Signoria". In occasioni di feste dei santi patroni e in visite ufficiali veniva allestita con architetture effimere. Al giovedì grasso si teneva una grande caccia al toro. Il 17 luglio era sede dei grandi festeggiamenti per ricordare la riconquista di Padova da parte della Dominante, nel 1509. In seguito ad un discorso di Padre Alessandro Gavazzi, il 9 maggio 1848 divenne "Piazza Pio IX", cuore dei movimenti popolari anti austriaci. Divenne poi "Piazza Unità d'Italia" per tornare all'originaria denominazione in epoca fascista.


    L'orologio della Piazza dei Signori :

    La Torre dell'Orologio è un edificio di origine medievale che si affaccia su Piazza dei Signori a Padova. Si erge tra il Palazzo del Capitanio e il Palazzo dei Camerlenghi. La torre sorse nella prima metà del XIV secolo come porta orientale della Reggia Carrarese. Nel 1428 venne sopraelevata ed adornata in stile gotico e dotata del celebre orologio astronomico. Nel 1531 venne aggiunto il grande arco trionfale alla base, su progetto di Giovanni Maria Falconetto. La costruzione risale alla prima metà del Trecento, quando fungeva da ingresso fortificato di levante della Reggia Carrarese ma il suo aspetto attuale si deve ai lavori promossi a partire dal 1426 dal Capitanio Bartolomeo Morosini conclusi con l'inaugurazione dell'orologio nella festa di Sant'Antonio del 1437.


    La Basilica del Santo :

    La Pontificia Basilica di Sant'Antonio di Padova è uno dei principali luoghi di culto cattolici della città di Padova, in Veneto. Conosciuta dai padovani semplicemente come il Santo, è una delle più grandi chiese del mondo ed è visitata annualmente da oltre 6,5 milioni di pellegrini, che ne fanno uno dei santuari più venerati del mondo cristiano. Non è comunque la cattedrale della città, titolo che spetta al duomo. In essa sono custodite le reliquie di sant'Antonio di Padova. La piazza antistante ospita il monumento equestre al Gattamelata di Donatello. Donatello realizzò anche le sculture bronzee (Crocifisso della basilica del santo, statue e formelle di varie dimensioni) che Camillo Boito ha collocato sull'altare maggiore da lui progettato. Ha la dignità di basilica pontificia.


    Il municipio di Padova e il Caffè Pedrocchi :

    Grazie alla sua posizione centrale e alla vicinanza con la sede dell'Università il caffè divenne presto punto di riferimento della vita culturale e commerciale della città e ritrovo di studenti, artisti, letterati e patrioti. Sala Egizia del Caffè Pedrocchi - fonte: Gabinetto Fotografico del Museo Eremitani. Fu anche teatro dei moti risorgimentali studenteschi del 1848 contro il dominante austriaco, come testimoniano le targhe-ricordo sulla parete della Sala bianca, e ritrovo per scrittori ed artisti quali Nievo, Fusinato, Stendhal il quale addirittura decantò le meraviglie dello zabaione pedrocchiano, D'Annunzio, Eleonora Duse e il futurista Marinetti. Di proprietà del Comune di Padova dal 1891, il Caffè ospita tra le prestigiose sale le Gallerie del Pedrocchi ed il Museo del Risorgimento e ancora oggi accoglie padovani e turisti che qui possono rivivere atmosfere di tempi passati, leggendo uno dei numerosi giornali a disposizione nella Sala Verde, degustando le delizie della pasticceria e della caffetteria, discutendo di politica, cultura e... vita.


    In volo su Padova :

    Per informazioni...

  • torna a info

    Il Volo libero:


    Il volo aerostatico può essere fatto con la mongolfiera libera. Il volo libero consiste nel permettere che la mongolfiera, una volta gonfiata, sia lasciata in balia del vento, che la sospinge nella sua direzione ed alla sua stessa velocità.


    Il Volo Libero:
    I voli liberi in mongolfiera, che l'Associazione Voloinmongolfiera organizza, si svolgono prevalentemente dalle parti di Padova. Dopo il montaggio ed il gonfiaggio della mongolfiera c'è il decollo ed il volo. La rotta del volo viene condizionata unicamente del vento e, quindi, si sa da dove si parte ma non si sa dove di atterrerà. Durante il volo si raggiunge una quota massima di 500mt sul suolo. Il volo viene costantemente seguito a terra da parte di un equipaggio che con un automezzo si presenterà all'atterraggio per il recupero dei passeggeri e della mongolfiera. E' possibile richiedere gratuitamente un buono-volo personalizzato per un regalo davvero unico e originale. Il buono-volo, personalizzato con i nomi di chi fa e di chi riceve il regalo, viene spedito, come allegato di una email, ed è, quindi, possibile stamparlo direttamente da chi riceve la email. Il buono-volo ha validità sei mesi dalla data di emissione.

    F.A.Q. :
    * Si può volare tutto l'anno? - Si, in assenza di precipitazioni, in assenza di nebbia, con vento non superiore a 10 km/h, in assenza di raffiche, con temperatura atmosferica inferiore a 30 gradi.
    * A che ora si può volare? - Gli orari sono legati alla stagione: d'estate si vola molto presto al mattino e molto tardi alla sera (due ore prima del tramonto). D'inverno si vola in qualsiasi ora di luce.
    * Si può volare di notte? - No.
    * Quando sono i voli migliori, d'estate o d'inverno? - D'inverno, perchè vengono a mancare le correnti ascensionali (presenti d'estate) generate dal sole che riscalda il terreno. Queste correnti ascensionali sono molto turbolente e pericolose.
    * Perche le mongolfiere volano prevalentemente la mattina presto? - La mattina presto ci sono le condizioni migliori per il volo in mongolfiera. L'aria è più stabile e fresca dalla notte, durante il giorno il calore del sole, riflesso dal terreno, riscalda l'aria sovrastante causando attività termica, bolle e colonne d'aria ascensionale turbolenta che causano instabilità e rendono il volo meno sicuro e di difficile controllo sopratutto sulla quota della mongolfiera.
    * Quanto dura il volo in mongolfiera? - Il tempo effettivo dei nostri voli in mongolfiera è di 30'/50' a seconda delle condizioni del vento e dei campi d'atterraggio. Tutto il tour dura circa 3 ore.

    * Da dove decollate? - Il nostro luogo di decollo usuale è situato a Rubano, al Parco Etnografico, a pochi chilometri da Padova. Comodamente raggiungibile dalla Autostrada A4 - Uscita PD Ovest o dalla Uscita di Grisignano, sempre Autostrada A4, percorrendo la SS11 PD-VI. Abbiamo basi di decollo anche in altri campi nei dintorni di Padova.
    * A che altezza voleremo? - Qualche volta, quando la visibilità è particolarmente buona, saliamo anche a 1500 piedi (500 metri), tenendo conto delle restrizioni dello spazio aereo. La vicinanza degli aeroporti di Venezia e Treviso ci consigliano di non interferire con i voli degli aerei di linea. Comunque anche a bassa quota la vista è magnifica, e volare molto bassi sfiorando le cime degli alberi è una magia che si può fare solo con la mongolfiera.
    * Che distanza percorreremo? - La mongolfiera non ha timone e viaggia on le correnti del vento. Quindi la distanza orizzontale percorsa durante il volo dipende unicamente dalla velocità dl vento. Il pilota controlla con precisione la salita e discesa del pallone, mentre la distanza è data dal vento. Alcuni giorni di percorrono distanze di molti chilometri altri giorni solo una piccola distanza, magari solo andando a cercare il vento ad alta quota.
    * Dove atterreremo? - La mongolfiera va nella stessa direzione del vento ed alla stessa sua velocità, pertanto non si sa esattamente dove voleremo e dove atterreremo.. Questa caratteristica fa parte della magia della mongolfiera e ogni volo è una piccola avventura. Il pilota verso la fine del volo individuerà un campo idoneo all'atterraggio, e l'equipaggio di terra arriverà con la macchina per il recupero dei passeggeri e della mongolfiera.

    * Com'è l'atterraggio della mongolfiera? - La navicella (cesta) della mongolfiera non ha ruote e neppure freni. Quindi qualche volta se ce vento al suolo la navicella, quando atterra, può inclinarsi ed essere trascinata per qualche metro fino a fermarsi. Questo è perfettamente normale, anzi è per molti la parte più divertente del volo. Le navicelle delle mongolfiere sono progettate nel rispetto dei criteri di sicurezza e comfort all'atterraggio e sarete istruiti dal pilota su come comportarvi e quale posizione assumere per l'atterraggio.
    * Non è pericoloso? - Il fatto di non sapere dove atterrare non vuole dire che il volo sia pericoloso. Il pilota sceglierà un campo in base a precisi criteri di sicurezza e vi condurrà la mongolfiera cercando di effettuare un atterraggio morbido. L'aerostatica è un attività di volo molto sicura e adatta a tutti. Basta pensare alla semplicità del mezzo, alla gentilezza con cui vola e alle condizioni meteorologiche con le quali si può volare. L'attività dell'Associazione Voloinmongolfiera è dedicata principalmente alla cultura del volo e della sicurezza. Siamo affiliati con la BBAC British Balloon and Airship Club ed i nostri piloti sono esperti con molte ore di volo e grandissima esperienza. Le mongolfiere utilizzate e gli equipaggiamenti sono stati prodotti dai migliori costruttori sul mercato, regolarmente ispezionati dall'azienda esterna CAMO -Continuing Airworthiness Management Organization secondo le direttive EASA – European Aviation Safety Agency Standards. La assicurazioni aeronautiche adottate sono secondo la norma di legge.

    * Come bisogna vestirsi per il volo in mongolfiera? - Consigliamo sempre un vestiario sportivo con scarpe comode senza tacchi, adatte per una camminata nei campi. Vestitevi a strati perchè può esserci fresco al mattino presto in campagna e poi con l'andare delle ore l'aria si scalda. Durante il volo la temperatura è uguale a quella al suolo. In generale usate un vestiario adatto per una "scampagnata".
    * Posso portare la macchina fotografica? - Anzi è obbligatorio! Il volo con la mongolfiera è una occasione per portare a casa immagini uniche fatte dall'alto e per immortalare rare situazioni di avventura. In ogni caso le macchine fotografiche salgono a bordo a vostro rischio e pericolo (usate sempre la cinghietta tracolla per evitare di perdere la fotocamera).
    * Possono volare tutti? - Dai 6 fino a 90 anni, purchè non abbiano problemi fisici. I bambini dovrebbero essere alti abbastanza da poter veder oltre il bordo della navicella e devono essere accompagnati da un parente. I passeggeri devono essere fisicamente agili e in grado di scavalcare il bordo della navicella (con gli appositi ‘scalini') per salire a bordo, stare in piedi per la durata del volo. I passeggeri non devono avere una condizione di cattiva salute che possa essere aggravata dall'esperienza di volo in mongolfiera, o da un atterraggio brusco. Non possono volare i soggetti con protesi alle anche o alle gambe, i portatori di pace-maker o di presidi per la respirazione, le persone che hanno subito un recente intervento chirurgico, le persone dedite all'alcool o alle droghe. Le persone con un peso corporeo di oltre 100 Kg. devono avvisare, questo è un requisito di sicurezza.

    * Cosa si intende per problemi fisici? - Non vengono accettati a bordo i passeggeri che hanno protesi alle anche o alle gambe, che siano portatori di pace-maker, che abbiano problemi respiratori, le donne in stato di gravidanza, le persone obese, le persone dipendenti da droghe o da alcool.
    * Come si fa a prenotare un volo? - Questa esperienza viene offerta ai soci dell'Associazione (la tessera associativa costa €15,00/anno). La prenotazione viene fatta con una email indicando nome e cognome, data prescelta per il volo e numero di cellulare.
    * Se il giorno prenotato ci sono condizioni meteo non favorevoli, come si fa? - Due giorni prima della data prenotata si viene informati, via email o via sms sulle condizioni meteo (il meteo dei due giorni prima è attendibile) e se sono previste condizioni non favorevoli il volo viene rinviato ad altra data.
    * Si vola con altre persone? - Si, a meno che non venga specificato che si vuole fare un volo esclusivo (es: una coppia solo col pilota).
    * Quante persone ci stanno sulla mongolfiera? - L'Associazione Voloinmongolfiera dispone di una mongolfiera che può portare 4/5 passeggeri. Dipende dal peso dei passeggeri e dalla temperatura atmosferica (più fa caldo e meno peso si può trasportare).
    * Quando si può prenotare? - Tutti i fine settimana per il volo di gruppo. Anche nei giorni infrasettimanali per i voli esclusivi.
    * Come si fa a sapere se ci sono posti disponibili? - Consultando il sito nella pagina calendario dove sono presenti i voli già prenotati. Una volta che l'Associazione riceve l'email di richiesta di prenotazione risponde subito con la conferma o meno della richiesta.


    F.A.Q. :
    * Quanto grande deve essere lo spazio per tenere una mongolfiera? - C'è bisogno di uno spazio, possibilmente erboso, di almeno 50x50 metri completamente privo di ostacoli.
    * L'area deve essere recintata o transennata? - Si, certamente, l'area va delimitata affinchè il pubblico non vi possa entrare se non accompagnato.
    * Cosa significa "privo di ostacoli"? - Significa che all'interno dello spazio non ci devono essere alberi, cespugli, segnali stradali, pali della luce, fili elettrici, muretti, panchine, insomma la mongolfiera deve potersi spostare dentro questa area senza incontrare ostacoli.
    * Quali pericoli sono presenti all'interno dell'area operativa? - Il maggior pericolo sono le corde di ancoraggio perchè, quando la mongolfiera sale, esse vanno in trazione.
    * Per evitare le corde cosa bisogna fare? - Anche quando sono a terra, vanno alzate e ci si passa sotto.
    * Quali sono le condizioni meteorologiche favorevoli per il volo? - Assenza di precipitazioni, vento non superiore a 4/5 kmh, assenza di raffiche, temperatura atmosferica inferiore a 30 gradi. Queste condizioni si trovano facilmente prima del tramonto o quando fa buio.
    * Ma quando fa buio non si vede la mongolfiera? - La mongolfiera viene illuminata dalla fiamma del bruciatore ed appare come una enorme lampadina colorata.
    * Quante persone possono salire? - Dipende dal peso delle persone. Mediamente in un'ora di volo si possono fare salire 40/50 persone. Se sono bambini il numero aumenta a 70/80 ora.
    * Possono salire tutte le persone? - E' sconsigliato fare salire bambini sotto i 4 anni perchè la fiamma del bruciatore li spaventa. Possono salire le persone che non presentano problemi fisici (protesi alle gambe o alle anche, problemi di deambulazione o autonomia nella posizione eretta, donne in stato di gravidanza,

    persone ebbre). Le donne con i tacchi alti sono invitate a togliersi le scarpe. Per i minorenni c'è bisogno della presenza di un genitore o della autorizzazione scritta.
    * Cosa significa ottenere le autorizzazioni per le manifestazioni pubbliche? - Le autorizzazioni vengono rilasciate alla Associazione Voloinmongolfiera che ne fa domanda presentando la documentazione relativa allo spazio in cui la mongolfiera viene posizionata (autorizzazione alla occupazione dello spazio, coordinate geografiche) e relativa al tipo di manifestazione, data e orari. Queste domande vengono presentate con congruo anticipo (circa due mesi) ai controllori di volo civili e militari e all'Ente per l'Aviazione Civile (ENAC). Una volta ottenuti i nulla osta aeronautici si presenta istanza al Sindaco per le prescrizioni sulla sicurezza.
    * Le autorizzazioni sono gratuite? - No, hanno un costo relativo alle marche da bollo e ai diritti di segreteria.
    * Se durante la manifestazione il tempo cambia e, per esempio, si alza il vento, cosa si fa? - Si interrompono i voli e, se vengono meno le condizioni sulla sicurezza, la mongolfiera viene sgonfiata. Il volo in mongolfiera è molto condizionato dalle condizioni meteo e qualche volta succede che il pilota debba cancellare il volo perché le condizioni non sono favorevoli. Per esempio se c'è vento troppo forte o poca visibilità (nebbia/foschia) oppure attività temporalesca con pioggia e allagamento dei campi, il pilota può decidere sempre di sospendere o annullare il volo. Il pilota mette la sicurezza al primo posto e la decisione di andare in volo spetta unicamente al pilota in comando.
    * Cosa succede se il volo viene cancellato? - Se il volo viene cancellato per cattivo tempo o altri motivi di forza maggiore, verrà concordata un'altra data per il vostro volo. Non vi è alcun costo aggiuntivo.

  • torna a info

    Il Balloontheatre :

    ...atmosfera di magia!

    La vita media di una mongolfiera è molto breve e dopo aver percorso per 400/500 ore i sentieri del cielo, trasportando centinaia di persone sognanti, viene messa a terra. Ma da noi la mongolfiera messa a terra non finisce nel cimitero delle mongolfiere: per lei comincia una nuova vita dedicata alle attività statiche di "polifonica" e di "balloontheatre".


    Ai ragazzi viene :

    Balloontheatre è una attività eseguita dentro alla mongolfiera che viene gonfiata a terra in una bella piazza cittadina. Dentro prendono posto spettatori (che siederanno a terra su un cuscino) assieme ad attori e narratori che daranno vita ad uno spettacolo di colori, luci, musica, teatro ed ombre (solo per spettacoli notturni).


    Laboratorio Aerostatico per disabili :

    Chi entra dentro una mongolfiera, gonfia a terra, rimane incantato dai colori, dalla vastità del pallone e da un certo fascino dovuto ai tanti voli e alle tante avventure vissute. Gli spettacoli sono organizzati in collaborazione con l'Associazione Belteatro di Padova.


    Laboratorio Aerostatico per disabili :

    La mongolfiera per una sera abbellisce e modifica l'aspetto di una piazza cittadina, crea un'atmosfera di magia e di fascino per grandi e bambini..


    Laboratorio Aerostatico per disabili :


    Laboratorio Aerostatico per disabili :


    Laboratorio Aerostatico per disabili :


    Laboratorio Aerostatico per disabili :


    Laboratorio Aerostatico per disabili :


    Laboratorio Aerostatico per disabili :


    Balloontheatre in costumi d'epoca :

    Balloontheatre può essere l'ambiente in cui prendono vita spettacoli in costumi d'epoca.


    Balloontheatre in costumi d'epoca :


    Balloontheatre in costumi d'epoca :



    Per informazioni...


    Il Sodalizio Fuoristadisti Euganei è un club di soci che condividono la passione per il fuoristrada, per la natura e per i viaggi in luoghi e paesi nuovi e affascinanti. I soci si ritrovano per scambiarsi nuove idee, esperienze vissute o semplicemente per passare qualche ora in compagnia alla riunione ordinaria che si svolge il primo mercoledi del mese, all'apertura del campetto. Il club, attraverso le proposte del direttivo e della cooperazione dei soci, organizza inoltre una gita/escursione al mese e alcune manifestazioni per diffondere l'uso del fuoristrada nel modo più appropriato.

  • torna a info

    Cenni storici


    La storia degli aerostati parte dai primi secoli dopo Cristo, quando in Cina vennero gonfiati e fatti volare i primi palloni, ma il trasporto umano ha dovuto attendere il 4 giugno 1783, quando i Fratelli Montgolfier riuscirono a far sollevare il primo pallone aerostatico ad aria riscaldata, che prese il loro nome. Subito dopo (meno di un mese), il Professor Jacques Charles fece il suo primo volo utilizzando un pallone a gas, e tale tipo di pallone (dotato di migliori capacità ascensionali e maggiore autonomia) divenne piuttosto comune dal 1790 fino agli anni 1960. Utilizzando un pallone gonfiato con idrogeno il 15 settembre 1784 l'italiano Vincenzo Lunardi compì la prima ascensione in Inghilterra. Il terzo tipo di aerostato fu inventato da Pilâtre de Rozier (da cui mongolfiera di Rozier) ed era un ibrido, venendo sollevato sia dall'aria calda che da un gas leggero. Rozier ottenne questo aggiungendo ad un pallone ad idrogeno una camera separata che poteva venir alimentata con aria calda. Nel 1785, Rozier decollò con l'obbiettivo di attraversare la Manica, ma l'apparecchio esplose dopo circa mezz'ora di volo. Questo incidente fece dire, di Rozier: "Il primo uomo a volare ed il primo a morire". Soltanto nella seconda metà degli anni 1780, la mongolfiera di Rozier divenne sufficientemente sicura da essere praticamente utilizzabile. Le attuali mongolfiere sportive sono invece state completamente riprogettate e ridisegnate, nella seconda parte degli anni 1950, da Ed Yost che, per primo, utilizzò nuovi materiali (tessuto di Nylon) e bruciatori moderni (alimentati a propano). Questo gli consentì, nel 1960, di effettuare il primo volo che avrebbe decretato la nascita di una nuova attività sportiva.

    Fonte Wikipedia.

  • torna a info

    La Mongolfiera, questa ignota.


    La Mongolfiera è un aeromobile che per ottenere la forza necessaria a sollevarsi da terra, utilizza un gas più leggero dell'aria ovvero: l'aria calda. La mongolfiera fa parte della categoria degli Aerostati, velivoli che utilizzano gas per sollevarsi. Quando sono in volo, gli aerostati vengono trasportati dal vento e non possiedono strumenti direzionali propri. I palloni aerostatici sono, in questo, diversi dai dirigibili che, mantenuti in volo da principi simili, possiedono invece motori ed eliche in grado di influenzare il percorso del mezzo. Come tutti gli aerostati, anche la mongolfiera vola in virtù del fatto che il gas che riempie il pallone è più leggero dell'aria circostante e questo determina una spinta verso l'alto secondo il ben noto Principio di Archimede. La mongolfiera è composta da un involucro, da una cesta, da bruciatori e da cilindri di combustibile (propano). L'involucro, la cui grandezza è misurata dal volume (metri cubi) è la parte più delicata dell'aeromobile. E' costituito da una struttura di nastri portanti e da pannelli di tessuto (poliestere) che uniscono i nastri di carico. Il tessuto, sottoposto a calore anche elevato (d'estate la temperatura interna dell'involucro può raggiungere anche i cento gradi) ha una durata limitata e condizionata dallo stato di porosità dello stesso. Una volta che il tessuto si dilata e diventa poroso la mongolfiera resta gonfia ma non vola più. La cesta è rigorosamente di vimini intrecciato, materiale questo che si dimostra sempre molto elastico e resistente a sopportare gli urti e gli strascinamenti degli atterraggi. La cesta viene assicurata all'involucro attraverso una imbragatura di cavi di acciaio. Il bruciatore, generalmente doppio per motivi di sicurezza, brucia gas propano in fase liquida nebulizzata. La fiamma che esce va a scaldare l'aria contenuta dentro l'involucro che determina la forza ascensionale dell'aerostato. Le mongolfiere oggi impiegate per attività sportive possono venir suddivise in due grandi categorie, a seconda del tipo di gas utilizzato per il sostentamento:

    * Mongolfiera ad aria calda: viene riempita con aria calda (riscaldata fino ad una temperatura superiore alla temperatura ambiente); la maggior parte delle mongolfiere attuali è di questo tipo.
    * Mongolfiera di Rozier: rappresenta il tentativo di unire i vantaggi dei gas leggeri (maggiore potenza ed autonomia di sollevamento) con quelli dell'aria riscaldata (governabilità della quota), allo scopo di ottenere le massime prestazioni: sono mongolfiere di Rozier quelle che hanno effettuato le recenti circumnavigazioni del pianeta.

    Fonte Wikipedia.

  • torna a info

    Le fasi del volo dei soci:

    Come allestire, volare e rientrare da un volo...


    Volo in mongolfiera su Padova, la preparazione.

    Partenza dallo stadio Euganeo, arrivo a Volta Brusegana dopo avere volato in mongolfiera nel silenzio di un cielo perfettamente azzurro: la preparazione del volo (19 febbraio 2011, video di Stefano Vietina).
    Per informazioni...




    In volo su Padova :

    Spettacolare video dell'A.S.D. voloinmongolfiera con il pilota Alberto Melis che dà alcune spiegazioni ai passeggeri. Partenza dallo Stadio Euganeo.
    Per informazioni...




    Volo in mongolfiera su Padova, il recupero.

    Partenza dallo stadio Euganeo, arrivo a Volta Brusegana dopo avere volato in mongolfiera nel silenzio di un cielo perfettamente azzurro: ecco il recupero del pallone (19 febbraio 2011, video di Stefano Vietina).
    Per informazioni...

  • torna a info

    I prossimi raduni:

    Festival delle Mongolfiere di Forlì 16, 17, 23, 24, 25 Aprile 2016:


    Partecipanti:
    * A.S.D. voloinmongolfiera con Alberto Melis, Vanda Fecchio, ecc.
    * .
    * .
    * .

    Festival delle Mongolfiere di Isola della Scala (VR) 28, 29 Maggio e 02, 03, 04, 05 Giungo 2016:


    Le risaie viste dal cielo. Un grande festival, unico nel suo genere, che unisce terra, acqua ed aria attraverso i grandi sapori - dai risotti della Fiera del Riso e Frittitaly - e il volo delle mongolfiere.
    Partecipanti:
    * A.S.D. voloinmongolfiera con Alberto Melis, Vanda Fecchio, ecc.
    * .
    * .
    * .
    * .
    * .
    * .

    Festival delle Mongolfiere di Padova 27, 28 Agosto e 03, 04 Settembre 2016:


    Il Festival delle mongolfiere è una nuova festa, unica nel suo genere per la città di Padova. È un festival di intrattenimento che comprende eventi sportivi, artistici, di spettacolo dedicato alle famiglie, ai bambini, ai giovani e agli adulti di tutte le età, ma le vere protagoniste sono le mongolfiere.
    Partecipanti:
    * A.S.D. voloinmongolfiera con Alberto Melis, Vanda Fecchio, ecc.
    * .
    * .
    * .

    Festival delle Mongolfiere di Crema 10, 11, 17, 18 Settembre 2016:


    Partecipanti:
    * A.S.D. voloinmongolfiera con Alberto Melis, Vanda Fecchio, ecc.
    * .
    * .
    * .